Home

Oggi il mondo ha bisogno di discepoli innamorate di Cristo

 
Omelia tenuta dal Vescovo di Rimini Mons. Lambiasi al Meeting 2019 su Lc 12,49-53
 
Se ci venisse il prurito di delineare un profilo buonista di Gesù, la pagina evangelica di oggi basterebbe a farcene passare la voglia. E’ da notare peraltro che questa pagina porta la firma di Luca, l’evangelista fregiato a ragione del titolo di “scrittore della dolcezza di Cristo”, ma che sorprendentemente dà largo spazio a quei tratti della storia o del messaggio di Gesù che suonano talmente scomodi e radicali da sembrare duri, ruvidi, perfino crudeli. Come nel brano appena proclamato, scolpito da parole di fuoco, taglienti come spada a doppio filo, violente come vento d’uragano. Dove il desiderio intenso di giungere alla sua ora viene espresso da Gesù come ‘angoscia’: “Ho un battesimo nel quale sarò battezzato, e come sono angosciato finché non sia compiuto”.

Leggi tutto...

 

La controffensiva della santità (cardinal Becciu ad Assisi)·

 
«Una controffensiva della bellezza e della santità, fatta non di ingiurie ma incentrata sul far conoscere il bene nella Chiesa, sulla missione dei sacerdoti, consacrati e consacrate che hanno influito nella nostra vita e che tuttora operano con devota fedeltà, ardore e nel silenzio»:
 
 
Da Assisi, nel giorno di santa Chiara — rilanciando e affidando a ciascuno l’invito di Gesù a san Francesco: «ripara la mia Chiesa» — il cardinale Angelo Becciu ha invitato a rompere gli indugi e a spazzare via le «nubi minacciose» che «si addensano sulla Chiesa». Con il prefetto della Congregazione delle cause dei santi hanno concelebrato, tra gli altri, l’arcivescovo Marcello Bartolucci, segretario della Congregazione, e l’arcivescovo-vescovo di Asissi - Nocera Umbra - Gualdo Tadino, monsignor Domenico Sorrentino, che ha subito accolto la proposta della «controffensiva della bellezza, della fraternità e della santità contro la crisi che attanaglia la società e la comunità cristiana».

Ultimo aggiornamento ( Sabato 17 Agosto 2019 05:40 )

Leggi tutto...

 

L’unione tra l’uomo e Dio · Per la festa dell’Assunzione di Maria ·

 
Maria memoria viva della presenza di Gesù sulla terra
 
Il mistero della Glorificazione di Maria in anima e corpo in cielo è stato l’ultimo dogma mariano proclamato solennemente — nella data relativamente recente del primo novembre 1950, per opera di Pio XII — ma la certezza che il corpo di Maria, la Madre di Gesù, non sperimentò la corruzione e perciò gode in pienezza, come prima creatura e anticipo del nostro destino, dei frutti della Risurrezione di suo Figlio nella totalità della sua umanità, è antichissima e risale agli inizi del cristianesimo.

Leggi tutto...

 

Il prete in piazza

 
Storia di don Francesco il parroco romano con la chiesa sempre aperta ·
 
Il prete in piazza“Ufficio parrocchiale”. Suono il campanello. Nessuna risposta. Aspetto un po’ e riprovo: ancora silenzio. Allora chiamo sul cellulare: «Don Francesco, avevamo un appuntamento alle 18, ricorda?», «Sì. Certo. Sono qui nel mio ufficio». «Veramente non risponde nessuno». «Sono in ufficio se ti volti mi vedi». In effetti mi volto e lo vedo, circondato da un gruppetto di persone.Il malinteso è che per don Francesco l’“ufficio” è la pittoresca piazzetta della Madonna ai Monti. È lì che don Francesco passa gran parte dei pomeriggi, parlando, ascoltando, confortando, suggerendo, aiutando. Mi avvicino, saluto, e colgo subito che il prete ha competenze che spaziano a 360 gradi: tiene banco nel gruppetto sul tema delle gomme da pioggia di Hamilton in F1, per poi passare con molta autorevolezza ai dilemmi di Higuain nel calcio mercato. «Confesso di avere un difetto di inculturazione in questo antico quartiere romano e romanesco di Monti: sono juventino… penso di essere l’unico in tutto il rione però i monticiani mi vogliono bene lo stesso».
 

Leggi tutto...

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 149

 

Uno solo è il vostro Maestro
e voi siete tutti fratelli.
(Mt 23,8)

Io sono la via, la verità e la vita.
(Gv 14,6)

Non sono più io che vivo
ma Cristo vive in me.
(Gal. 2,20)

 

gesumaestro